Condividiamo il post pubblicato da Daniele Riva su Facebook che ben riassume il perché, oggi, la monarchia costituzionale sia la scelta più valida per una Nazione: un sovrano preparato e pronto a mettersi al servizio del proprio Popolo nel rispetto dei principi democratici e della Costituzione. Non un vecchio istituto polveroso ma la chiave per affrontare il futuro con basi solide.

“Le Monarchie Costituzionali e Parlamentari in Europa sono 11 (Senza contare Stato Vaticano): Paesi Bassi, Spagna, Gran Bretagna, Danimarca, Svezia, Norvegia, Lussemburgo, Belgio, Monaco, Liechtenstein, Andorra.
Nazioni che funzionano di gran lunga meglio della nostra e grazie anche alla Forma Istituzionale dello Stato con la Monarchia:
Un Sovrano a differenza di un presidente, non è un politico..non rappresenta e non ha mai rappresentato un partito politico, un movimento o uno specifico schieramento ed è quasi impossibile che tutto un tratto costui diventi imparziale e proviendo appunto da un partito, non può rappresentare la Nazione in tutta la sua unità.
Un sovrano di una Monarchia Parlamentare, non avendo colore politico è un Capo di Stato Neutrale e realmente Super Partes, rappresenta la Nazione nella sua totalità, è il Garante della Costituzione a cui egli stesso deve sottostare, Delle Leggi e della Democrazia.
Un sovrano viene cresciuto ed educato fin da bambino al ruolo che andrà a ricoprire, cosciente di quello che saranno i suoi compiti e i suoi doveri quando verrà il momento..un Sovrano non ha un mandato con scadenza..ha un impegno costante fin dalla nascita ad essere a servizio del Popolo e della Democrazia..
Non a caso i paesi più democratici d’Europa, dove sono maggiormente garantiti i diritti dei cittadini, sono tutte Monarchie Parlamentari: Paesi Bassi, Gran Bretagna e Paesi Scandinavi (Norvegia, Svezia, Danimarca).
In una monarchia Costituzionale o Parlamentare la sovranità appartiene comunque al popolo.
La differenza è appunto che il Re lo rappresenta in tutta la sua unità come garante democratico del rispetto dell leggi e della Costituzione.
Non ha appunto un mandato di pochi anni ed è preparato fin da piccolo a semplice ruolo di Capo di Stato e di Rappresentare il Popolo.
Non siamo nel 1745 dove il popolo era servo..
Per quanto riguarda le libertà, i diritti e i poteri decisionali, le Monarchie Parlamentari sono uguali alle Repubbliche.
Cambia il Rappresentante della Nazione..
Che nelle prime non viene dalla politica ed ha una adeguata preparazione al ruolo. 😉
Essere un Sovrano di un Paese Moderno o comunque un membro di una Famiglia Reale oggi, non è un giochetto, non ci si improvvisa dall’oggi al domani, comporta una preparazione e soprattutto un’innumerevole infinità di doveri nei confronti del proprio Popolo e della propria Nazione.
CONDIVIDETE AMICI MONARCHICI !!
Viva la Monarchia. ❤️”

Link al post su Facebook qui

Photo credits: Arboreus,Flickr

©2020 Associazione Giovani Monarchici - all rights reserved

Log in with your credentials

Forgot your details?